venerdì 5 febbraio 2010

Avec le temps

Léo Ferré


Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
On oublie le visage
Et l'on oublie la voix
Le coeur quand ça bat plus
C'est pas la peine d'aller chercher plus loin
Faut laisser faire et c'est très bien

*** *** ***
Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
L'autre qu'on adorait
Qu'on cherchait sous la pluie
L'autre qu'on devinait
Au détour d'un regard
Entre les mots, entre les lignes
Et sous le fard
D'un serment maquillé
Qui s'en va faire sa nuit
Avec le temps tout s'évanouit

*** *** ***
Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
Même les plus chouettes souv'nirs
Ça t'a une de ces gueules
A la galerie j'farfouille
Dans les rayons d'la mort
Le sam'di soir
Quand la tendresse s'en va toute seule

*** *** ***
Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
L'autre à qui l'on croyait
Pour un rhume pour un rien
L'autre à qui l'on donnait
Du vent et des bijoux
Pour qui l'on eût vendu son âme
Pour quelques sous
Devant quoi l'on s'traînait
Comme traînent les chiens
Avec le temps va, tout va bien

*** *** ***
Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
On oublie les passions
Et l'on oublie les voix
Qui nous disaient tout bas
Les mots des pauvres gens
Ne rentre pas trop tard surtout ne prends pas froid

*** *** ***
Avec le temps
Avec le temps va, tout s'en va
Et l'on se sent blanchi
Comme un cheval fourbu
Et l'on se sent glacé
Dans un lit de hasard
Et l'on se sent tout seul
Peut-être mais peinard
Et l'on se sent floué
Par les années perdues

Alors vraiment
Avec le temps... on n'aime plus



Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
Ti dimentichi il viso
E ti dimentichi la voce
Quando il cuore non batte più
Non vale la pena di andare a cercare lontano
Bisogna lasciar perdere e va bene così

*** *** ***
Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
L'altro che adoravi
Che cercavi sotto la pioggia
L'altro che indovinavi
Dal contorno di uno sguardo
Tra le righe e le parole
E sotto il belletto
Di una promessa truccata
Che va a fare la sua notte
Con il tempo tutto svanirà

*** *** ***
Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
Anche i ricordi più belli
Che ti ha lasciato qualcuno
Nella galleria ho mandato tutto all'aria
Fra i raggi della morte
Al sabato sera
Quando la tenerezza se ne va tutta sola

*** *** ***
Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
L'altro in cui hai creduto
Per un raffreddore per un niente
L'altro a cui hai regalato vento e gioielli
Per il quale avresti venduto l'anima per due soldi
Davanti al quale ti saresti trascinato come si trascinano i cani
Col tempo tutto va bene

*** *** ***
Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
Ti scordi la passione e le voci
Che ti dicevano sotto voce
Parole di povera gente
Non tornare tardi e soprattutto non prendere freddo

*** *** ***
Col tempo...
Col tempo tutto se ne va
E imbianchi come un cavallo brizzolato
E ti senti gelare dentro a un letto di fortuna
E forse ti senti solo ma in fondo spensierato
E ti senti invecchiato per gli anni perduti

Allora davvero
Col tempo... tu non ami più




12 commenti:

Anonimo ha detto...

i suoi versi
le tue foto rubate al tempo
-note che gocciano- le mie parole

col tempo tutto se ne va

Ti abbraccio

Alexandra ( AlfaZita)

giulia ha detto...

Malinconica, bellissima canzone. Versi malinconici e struggenti. Belle come sempre le immagini, cara Habanera. Grazie per aprire queste tue bellissime finestre.
Un abbraccio

Silvia ha detto...

Tutto se ne va, quando un amore è fuggito. Solo la morte cristallizza e tutto fa rimanere, come se non fosse mai andato via. Solo la voce si teme, che prima o poi possa sparire per sempre.
Bellissimi versi, pieni di tristissima verità.

Habanera ha detto...

Alexandra, Giulia, Silvia, pardonnez-moi!
Non volevo farvi immalinconire perchè io non sono triste quando ascolto questa canzone.
Mi lascio prendere dalla musica, dalla voce di Léo Ferré, e sono di nuovo in Francia, nella mia amatissima Francia, dove mi trovo infinitamente bene.
Si tratta di suggestioni e di stati d'animo ed il mio è particolarmente sereno, pur ascoltando parole malinconiche.

Vive la France! e buona vita a tutti
H.

Elena ha detto...

Proprio stamattina ascoltavo Ferré interpretare Le Bateau Ivre..
Buona vita, si!
Ciao
Elena

sabrinamanca ha detto...

a me fa piangere eccome, anche se non so perché e perché ogni volta riascoltarla è allo stesso tempo un piacere immenso. Grazie Haba!

zena ha detto...

Mi prende una emozione che è quella buona della nostalgia malinconica, non grigio piombo, grigio cinerino, di cieli incerti e in attesa.
Un abbraccio

Silvia ha detto...

Ciao belle signore. Vi ritrovo qui e vi saluto in collettiva:) Vi auguro buona vita.
Haba a me non mette allegria, mi strappa il cuore, ma è una tristezza che malgrado il cuore in mano non fa male, perchè la porti sempre dentro.
E' bellissimo questo pezzo.
ciao:)

giulia ha detto...

La malinconia fa parte di noi, penso e qyìuindi la musica ci accompagna e ci culla. No, non ti devi scusare, anzi. Mi hai ricordato questo cantante, era un po' che non l'ascoltavo e lo sto ascoltando con grande piacere: si può piangere e provare "un piacere immenso"come dice Sabrina. Un abbraccio

Habanera ha detto...

Elena, ho cercato in rete Le Bateau Ivre interpretato da Léo Ferré ma non l'ho trovato.
Se devo essere sincera Rimbaud non è la mia passione, ma chissà...
Forse, con la suadente voce di Ferré, potrei digerire anche quello che mi è meno congeniale tra "Les poètes maudits".
Ciao, carissima, e grazie

Sabrina, il tuo successo come traduttrice dal Francese ormai è noto (leggere qui) ed io mi congratulo e ti abbraccio con entusiasmo.
Non è che mi daresti una sistemata alla traduzione, molto approssimativa, del testo in Italiano di questa canzone?
Ho fatto del mio meglio ma ci sono alcuni passaggi che non mi convincono e il mio Francese ormai è parecchio arrugginito.
Smak!

Zena, è verissimo. Esistono emozioni così dolci che anche la malinconia si stempera in attesa che il cielo si schiarisca. La nostalgia non è disperazione, non sempre almeno, e questa non è una canzone disperata.

Silvia anche a me non mette allegria ma neppure mi strazia il cuore perchè io so una cosa che voi, fanciulline, ancora non sapete:
non si finisce mai di amare... mai!
L'ultimo verso di questa canzone è pura finzione poetica e lo sapeva anche Léo che è morto a 77 anni (in una bella casa in Toscana) circondato dall'affetto dei suoi figli e della terza moglie...


Giulia, sono particolarmente felice di averti fatto riscoprire le emozioni di questa splendida voce e di questa particolarissima canzone.
In verità la "malinconia" non è tra le mie corde.
Mi capita di essere arrabbiata, a volte anche triste, perfino disperata, ma malinconica mai.
Di "Avec le temps" amo in particolare la musicalità che si può apprezzare in pieno ascoltando e leggendo -contemporaneamente- il testo in Francese, parola per parola.
Il testo in Italiano è meglio lasciarlo perdere, almeno finchè Sabrina, se vorrà, non ce ne avrà dato una versione migliore.

Un caro abbraccio a tutte
H.

remo bassini ha detto...

la magia della sua voce: va oltre la poesia, dice altro, di profondo
un caro saluto

Habanera ha detto...

Remo, che piacere vederti qui.
In poche parole hai reso splendidamente le emozioni che tutti noi proviamo ascoltando questa voce.

Grazie ed un carissimo saluto
H.