lunedì 27 agosto 2007

Dubbi sulla scrittura




Dubbi sulla scrittura

di Remo Bassini


Per la prima volta, forse, terrò un corso di scrittura.
Diciamo che non è la prima volta; la prima volta che parlai di scrittura fu, non ricordo se nel 1998 o 1999, nel carcere di Vercelli. Parlai di libri e di giornali. Di incipit e di lead. Parlai. E imparai soprattutto. Se si insegna imparando allora va bene. Mi arricchirò, credo, di contenuti, di storie "balbettanti" ma che hanno una voce nascosta, vera e forte. La scrittura, per me, rimane sempre un campo da esplorare, da capire, giorno dopo giorno. Faccio un esempio. Giornalistico. Avevo in passato un collaboratore che era, come dire, quasi perfetto. Insomma, scriveva bene. Faceva dei bei servizi. Diceva quel che c’era da dire e lo diceva bene, scrivendo bene. Leggendolo, però, ti lasciava un senso di freddo, difficile da spiegare.
Una scrittura fredda e distaccata a volte va bene: a volte.

Un’altra stranezza che mi ha colpito è stata questa. Tre anni fa circa c’era una persona che mi scriveva mail chiedendomi consigli su editoria e scrittura. Ma non solo. A un certo punto ha cominciato a raccontarmi "cose". Cose vere. Quelle mail trasmettevano qualcosa. Quando invece mi mandava dei racconti, per quanto ben confezionati fossero, non (mi) trasmettevano niente. Scrivere a volte è più difficile di quanto si pensi, altre volte no, è semplice, basta raccontare, solo che noi ci complichiamo la vita.


Comunque. Un amico mi ha chiesto di tenere alcune lezioni di scrittura creativa in rete, su un blog collettivo. Penso che rifiuterò. Posso discutere di scrittura non insegnarla (mentre terrò il corso di scrittura, chiamandolo, magari, confronti di scrittura). Perché, per esempio, non mi piacciono le regole, i decaloghi. Io credo che per scrivere occorre leggere due cose: i libri e la vita. E credo anche di non avere troppe certezze sulla scrittura, io.
Per esempio non so rispondere a questo quesito: ha ragione Giuseppe Iannozzi quando dice che i libri son meglio dei loro autori, o ha invece ragione Tecla Dozio quando afferma che la scrittura svela e rivela lo scrittore?
Venerdì, 24 Agosto 2007

Da Appunti

1 commento:

Edizioni Gerba ha detto...

Ci occupiamo anche noi del mondo della scrittura.

Ci farebbe piacere operare un scambio di link.

Saluti
Lo staff di Writing News